• Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
  • default color
  • blue color
  • green color
EnglishFrançaisGerman
Home arrow Cartoline arrow San Leoarrow Pieve di San Leo - Absidi
Pieve di San Leo - Absidi

San Leo – Pieve

Pier Antonio Guerrieri (1604-1676)

“LA CARPEGNA ABBELLITA ET IL MONTEFELTRO ILLUSTRATO” – III

San Leone con la virtù della parola di Dio convertendo quei Po­poli alla fede Christiana fece distruggere il detto Tempio di Giove Feretrio di quale solo restò la memoria del nome essendo indi chiamato quel Monte Mons Feretranus.

Destrutto il Tempio e l'Idolatria S.Leone fece edificare una chiesa in honore del vero Iddio e della SS.ma Vergine Maria. Et si tiene che fusse quella che si dice la Pieve per essere antichissima, come dalla sua più vetusta struttura si scorge, benché resarcita et ivi il devoto Santo Sacerdote Leone cellebrava il Santo Sacrificio.

In quel tempo si cominciò ad edificare la nova Città nominata di S.Leo onde il Cerri Ariminense cantò ne' suoi versi in lode di esso Santo:

Urbs Jovis auspiciis habitari cepta Feretri

Tempore quo Leo capta est tibi Dalmata curae

Coepit et esse Iovis veri tutela Tonantis etc.

In ultimo San Leone havendo consumato piamente il corso della sua vita Heremitica in servitio di Dio et in Sacerdotali essercitii et Divini uffitii rese lo spirito nelle Mani del Signore il primo giorno d'Agosto. Ma dell'anno qual fusse non si trova notato in alcun Au­tore di tanti che ne hanno scritto, nemeno nelle sue lettioni dell'offitio concesso a questa Diocese e però io non ho potuto porvelo per non haverne trovato memoria precisamente. Solo mi sia lecito di di­re che S. Leo morisse poco dopo da morte di San Gaudentio. Mi ri­servo però di addurne coniettura nella Vita di San Marino.